Come diventare certificatore energetico

  • 15/10/2013
  • Lo scorso governo ha emanato le linee guida sulla professione di certificatore energetico con la quale potrà accedere a tale professione anche chi ha una formazione scientifica. Si tratta di un mestiere destinato a un importante sviluppo visto che il calcolo dei consumi di una casa è sempre più richiesto per l'obbligatorietà degli attestati sul rendimento energetico degli edifici. Come fare a diventare un certificatore energetico' Fino alla normativa varata dal governo Monti, si trattava di una 'non professione' regolata dalle singole Regioni a loro discrezione: ne è venuto fuori un quadro disomogeneo dove chi era in possesso di un titolo di studio poteva svolgere la professione in una Regione ma non in un'altra.
    Con la nuova regolamentazione si è allargato il numero di titoli con i quali si può accedere alla professione di certificatore energetico con una differenza tra chi può diventarlo automaticamente e chi invece ha bisogno di seguire un corso di formazione professionale. Il primo caso fa riferimento a: laureati in ingegneria, architetti, geometri, periti industriali e agronomi. Per svolgere la professione occorre presentare il diploma o la laurea, l'iscrizione a un albo professione e un attestato che comprovi la competenza.
    Nel secondo caso invece rientrano i laureati in materie scientifiche che non hanno sostenuto un esame di progettazione: per loro è necessario seguire un corso, ma almeno avranno una possibilità in più nella ricerca di un lavoro.
    Scritto da Bruno de Santis

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.