Assunzioni per disabili

  • 06/12/2019
  • Assunzioni per disabili nel Lazio: l’Ente Regionale per il Diritto allo Studio e alla Conoscenza della Regione Lazio ha pubblicato un concorso per quattro assunzioni destinate alle categorie protette nel ruolo di specialista amministrativo. Il bando è rivolto a chi possiede questi requisiti: cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell’UE oppure appartenere ad una delle categorie previste dal bando; età non inferiore agli anni 18 e non superiore a quella prevista dalle vigenti disposizioni di legge per il conseguimento della pensione per raggiunti limiti di età; idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni inerenti l’impiego (compatibilità alla mansione lavorativa); non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo e pieno godimento dei diritti civili e politici, anche negli Stati di appartenenza o di provenienza, se cittadini di altri Stati, o i motivi di non iscrizione o di cancellazione dalle liste elettorali; assenza di condanne penali o procedimenti penali in corso in Italia o all’estero o provvedimenti definitivi del Tribunale che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione o per reati che comportano la destituzione da pubblici uffici; non avere riportato condanna, anche non definitiva a pena detentiva non inferiore ad un anno per delitto non colposo, o a pena detentiva non inferiore a sei mesi per delitto non colposo commesso nella qualità di pubblico ufficiale con abuso di poteri o con violazione dei doveri inerenti ad una pubblica funzione, salvo quanto disposto dal secondo comma dell’art. 166 c.p.; non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento o condanna penale; non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico; non aver subito un licenziamento disciplinare o un licenziamento per giusta causa dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione; non essere stati licenziati da una Pubblica Amministrazione per non superamento del periodo di prova per il medesimo profilo messo a selezione né a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile e comunque con mezzi fraudolenti; diploma di scuola secondaria superiore; essere iscritti nello specifico elenco, di cui all’art. 8 della L. 68/1999, degli appartenenti alla categoria dei disabili, ai sensi dell’art. 1 della L. 68/1999, tenuto presso l’Ufficio competente del Centro per l’Impiego. Sono esclusi i soggetti appartenenti alle categorie di cui all’art.18 della L. n. 68/99. Bando su www.laziodisco.it.


    Redazione giornalistica
    Impiego24.it
    Riproduzione riservata

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.