Arriva la Trise, sostituirà Imu e Tares

  • 15/10/2013
  • Niente più Imu e Tares: la Legge di Stabilità che dovrebbe vedere la luce oggi conterrà al suo interno la nascita della Trise, tassa su rifiuti e servizi, dove confluiranno sia l'Imu che la Tares. La nuova service tax sarà in vigore dal 2014 e sarà strutturata in due parti: la prima a copertura dei costi per la gestione dei rifiuti solidi urbani (Tari); la seconda, a fronte dei costi relativi ai servizi indivisibili dei Comuni (Tasi). La Tari spetterà anche agli inquilini, mentre la Tasi dovrà essere pagata da 'chiunque possieda, occupi o detenga a qualsiasi titolo le unità immobiliari, con vincolo di solidarietà tra i componenti del nucleo familiare o tra coloro che usano in comune le unità stesse": in pratica verrà pagata sia da proprietari che dagli inquilini per una cifra che va dal 10 al 30%.
    La cifra da pagare per ogni cittadino sarà decisa dai Comuni che avranno il compito di stabilire le tariffe di Tari e Tasi: al momento si sa che la tassa di occupazione o detenzione avrà aliquota base dell'1 per mille. La Trise può essere suddivisa in quattro rate trimestrali a partire dal 16 gennaio 2014; ad esclusione dei casi in cui i Comuni stabiliscano date differenti, le altre scadenze sono: 16 aprile, 16 luglio e 16 ottobre. Chi lo desidera può saldare il conto in un'unica soluzione entro il 16 giugno 2014.
    Scritto da Bruno de Santis

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.